MarcheNews.it
Gianni Mura
Home » Gianni Mura, storica firma del giornalismo, si è spento all’Ospedale di Senigallia
Cronaca & Attualità

Gianni Mura, storica firma del giornalismo, si è spento all’Ospedale di Senigallia

Gianni Mura, storica firma del giornalismo italiano e di Repubblica, si è spento all’Ospedale di Senigallia il 21 marzo in silenzio, con garbo, come aveva sempre vissuto.

Ci manca oggi la lettura dell’imperdibile rubrica domenicale Sette giorni di cattivi pensieri nelle pagine sportive della Repubblica, dove il mito Gianni Mura dava voti a tutti, senza guardare tessere di partito, amicizie, ruffianerie, schieramenti editoriali.

Ci mancherà la rubrica Mangia & bevi ne Il Venerdì di Repubblica, scritta dal 1991 con sua moglie Paola Gius, figlia di ristoratori e di vignaioli, con scelte originali e lontane da ogni banalità.

Caro Gianni il giornalismo italiano, quello che sa guardare oltre, quello che sa descrivere bene ciò che sente, quello che non va mai sopra le righe, ieri a Senigallia ha perso un punto di riferimento.

Gianni Mura, per curarsi una brutta polmonite, aveva scelto in Dicembre di trasferisti a Senigallia, la città della spiaggia di velluto, città di mare e di arte, bandiera blu e bandiera verde, la città del Summer Jamboree.

Senigallia citata nel suo ultimo articolo di Repubblica, del 16 marzo, quell’#andratuttobene, degli autobus diretti all’Ospedale, diventato il simbolo di un orgoglio italico quasi più dell’inno e proprio quel giorno il ricovero, all’Ospedale di Senigallia, lunedì scorso ed il viaggio che si arresta ieri, il 21 marzo alle 8 del mattino perché il cuore lo ha tradito, a Senigallia.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetta Leggi qui