fbpx
MarcheNews
Cronaca

Camerino: primo caso di chiusura di un punto di raccolta scommesse

Camerino: primo caso di chiusura di un punto di raccolta scommesse

Il Questore di Macerata chiude un punto di raccolta scommesse a Camerino non in regola con la nuova normativa in vigore dal 19 marzo 2018.

La Polizia di Stato, da sempre sensibile ai problemi connessi ai fenomeni legati alle scommesse che non di rado sviluppano patologie gravi come la ludopatia, a seguito di articolati e complessi accertamenti, con provvedimento del Questore ha disposto l’annullamento di una licenza per la raccolta di scommesse e la conseguente chiusura di una sala a Camerino.

Tale provvedimento emesso dal Questore Antonio Pignataro, è il primo ad essere applicato sul territorio nazionale dopo l’entrata in vigore della nuova direttiva emanata dal Ministero dell’Interno il 19 marzo 2018 in materia di scommesse.

Grazie alla collaborazione della Polizia Locale di Camerino che ha proceduto alla misurazione delle distanze previste dalla norma e alla Stazione Carabinieri del luogo i cui militari hanno dato subito esecuzione al provvedimento del Questore, è stata effettuata la chiusura immediata a tutela soprattutto dei soggetti particolarmente sensibili ed esposti ai fenomeni connessi alle scommesse.

La nuova normativa infatti, prevede che la sala scommesse debba essere ad una distanza non inferiore alla minima stabilita rispetto a “luoghi sensibili” come istituti universitari, scuole di credito e sportelli bancomat, uffici postali, esercizi di acquisto e vendita di oggetti preziosi ed oro usati.

Con una Circolare datata 19 marzo 2018, il Ministero dell’Interno (Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Ufficio per l’Amministrazione Generale) interviene con alcune «indicazioni operative» sul tema della distanza minima dai luoghi sensibili di sale gioco (vlt), sale Bingo e licenze per l’attività di scommesse.

La competenza in tema di autorizzazione che abilita all’esercizio della raccolta di scommesse su competizioni sportive e su eventi non sportivi, alla gestione di sale bingo e, infine, all’installazione di apparecchi da gioco di tipo Videolottery (VLT) spetta infatti al Questore.

Caricamento in corso....

Login

X

Registrati